McGargles Retro IPA

Retro IPA – India Pale Ale, 6,5%,  70 (?) IBU, (scadenza settembre 2019, bevuta 8/2018)P_20180831_124129

Olfatto: Aromi maltati di intensità media: crosta di pane, melanoidine, caramello, con un lieve accenno di pane tostato. Aromi luppolati di media intensità, a pari livello del lato maltato: terroso e resinoso soprattutto. Leggero fruttato, tipo bucce di mela.

Aspetto: color dorato carico, opalescente, schiuma  bianca fine e con buona persistenza

Gusto: sentori maltati di intensità media, anche in bocca prevale la crosta di pane, con note di caramello e pane tostato, tutti ben accompagnati dal luppolo, con note terrose e resinose di pari intensità. Amaro medio. Finale secco, con retrogusto maltato e terroso. Una nota agrumata appare dopo il finale, dopo il retrogusto: nel rutto.

Sensazioni boccali: Corpo medio, carbonazione media, beverina.

Impressioni generali: India Pale Ale classica, senza esagerazioni fruttate come le cugine americane, particolare, maltata ma ben equilibrata grazie al dosaggio sapiente di luppoli resinosi e terrosi. Personalmente preferisco luppoli più floreali ed erbacei per stili inglesi, ma fa piacere ogni tanto una tradizionale IPA con luppolatura classica.

Lagunitas – Dogtown

Dogtown – American IPA 6,2%, 62 IBU (scadenza 1/2019, stappata 8/2017)

p_20180824_124600.jpgOlfatto:  aroma luppolato medio-alto, con note di arancio, pompelmo, lieve resinoso e una punta di dank. Aromi maltati di intensità media, crosta di pane e pane di segale. Esteri fruttati non presenti, oppure ben coperti dalla luppolatura.

Aspetto: colore dorato carico, limpida, schiuma bianca mediamente persistente

Gusto: Gusto caratterizzato da un fruttato medio: pompelmo, arancia, assieme alle note resinose (più evidenti che al naso) e ad un leggero dank, non invasivo. Note maltate medie, quasi di pari intensità di quelle luppolate: crosta di pane e pane di segale, con una nota terrosa ben evidente. Amaro intenso, finale secco ed amaro con retrogusto terroso.

Sensazioni boccali: corpo medio basso, carbonazione medio-alta. Sensazione alcolica non presente, ma evidente una lieve astringenza. Scorrevole.

Impressioni generali: discreta ale, per l’amaro la considero più una IPA che una American Pale Ale. Ben profumata con una luppolatura equilibrata, ma in bocca stona un po’ la nota inattesa tipo segale: negli ingredienti non è presente, è ben diversa dal terroso dato dai luppoli continentali. Un enigma, ma comunque una bevuta abbastanza piacevole.

Franziskaner Dunkle Weissbier

Franziskaner, Dunkelweizen 5% (bottiglia, bevuta 8/2018)p_20180816_220505.jpg

Aroma: aromi di chiodi di garofano e banana di media intensità. Note medio-basse maltate, di caramello; più lieve si percepisce il fresco del frumento.

Aspetto: color rame carico, opalescente, schiuma avorio con media persistenza

Gusto: note maltate in primo piano, con un gusto di caramello bruciacchiato di media intensità che sovrasta anche i sentori di chiodi di garofano e banana, di intensità medio-bassa. Amaro medio-basso. Finale appiccicoso di caramello e retrogusto con sentori di banana

Sensazioni boccali: corpo medio-basso, carbonazione alta, nel complesso beverina, ma la dolcezza poco equilibrata stanca.

Impressioni generali: weizen non eccezionale, con sentori del lievito poco armoniosi, accompagnati da una nota appiccicosa di caramello bruciato.

Franziskaner Weissbier

Franziskaner, Weizen 5%  (bottiglia, bevuta 8/2018)p_20180816_220520.jpg

Aroma: Chiodi di garofano ed esteri (banana) di intensità medio-bassa. Aromi maltati di intensità medio-bassa, miele, frumento. Lievi note terrose dal luppolo

Aspetto: colore dorato carico, opalescente, schiuma bianca con persistenza media

Gusto: sentori di banana e chiodi di garofano di media intensità. Note medio-basse terrose (luppolo), che sovrastano il lato maltato. Sentori di miele e frumento di bassa intensità. Lieve nota acidula. Amaro medio-basso, finale secco e scorrevole, con retrogusto acidulo e di grano.

Sensazioni boccali: corpo scarico, carbonazione elevata, beverina.

Impressioni generali: esempio di weizen industriale potabile, ma sicuramente non memorabile. Esteri e fenoli sembrano slegati dal resto della birra, la nota maltata (ed il fresco del frumento) è poco evidente e anche sovrastate in bocca dalla luppolatura. Non è squilibrata, ma manca di pienezza e personalità.

Nittenauer Helles

Nittenauer Helles, 4,9% (scadenza 12/2018, bevuta 8/2018)p_20180816_122405.jpg

Aroma: note luppolate di intensità medio-bassa, erbaceo. Lieve aroma di miele. Profilo pulito da lager

Aspetto: colore dorato, schiuma bianca con persistenza media, limpida.

Gusto: sentori erbacei di intensità medio-bassa, lievi sentori maltati, di miele e pane. Amaro di intensità media. Leggero pizzicore da carbonazione elevata. Finale secco al limite del watery, retrogusto equilibrato, con lievi sentori erbacei e di miele.

Sensazioni boccali: corpo scarico, beverina, carbonazione elevata.

Impressioni generali: helles beverina, dissetante come un’acqua gassata. Aromi lievi ma equilibrati. Potabile.

Harle’s Dunkle Weisse

Dunkle Weisse , Dunkelweizen 5,4%  (spina, bevuta 8/2018)P_20180804_195723

Aroma: aromi di chiodi di garofano e banana di intensità media. Note medio-basse di miele di castagno, caramello e lievissimo tostato. Aromi di luppolo non evidenti.

Aspetto: color rame carico, opalescente, schiuma color avorio, poco persistente

Gusto: sentori di chiodi di garofano e banana di intensità medio-bassa. Basse note maltate, evidenti le melanoidine, ed una punta di caramello, meno la nota di grano. Amaro basso, finale maltato con retrogusto fruttato-speziato (banane e fenolico)

Sensazioni boccali: corpo leggero, carbonazione medio-alta, beverina ma un po’ watery.

Impressioni generali: rinfrescante e scorrevole, con sentori piuttosto evanescenti, sia dal lato del malto che del lievito. Comunque onesta e potabile.

https://www.haerle.de

Samuel Adams Boston Lager

Boston Lager – 5%, 30 IBU (bottiglia, bevuta 8/2018samueladamsbostonlagerlabelnew.gif)

Olfatto: aromi di luppolo di intensità medio-alta (forse esaltati dalla totale pulizia della birra), con note erbacee e floreali. Malto in secondo piano, con note di media intensità di miele, crosta di pane e caramello. Profilo pulitissimo.

Vista: colore dorato carico, tendente al rame, limpida con schiuma bianca dalla persistenza media

Gusto: anche in bocca prevalenza di sentori luppolati, con note medio-alte di erbe e fiori secchi. Malto di media intensità, soprattutto miele e pane, con un accenno di caramello. Amaro medio che ben bilancia il malto. Finale scorrevole, con retrogusto ancore floreale ed erbaceo

Sensazioni boccali: corpo medio-basso, scorrevole. Carbonazione media

Impressioni generali: una birra che esalta alla perfezione i luppoli tedeschi, grazie a generosi sentori erbacei e floreali, messi in risalto dalla bassa fermentazione e quindi da profilo molto pulito. Il lato maltato accompagna bene questi aromi, bilanciato da un amaro non esagerato ma ben dosato.

Leichte Hopfenweisse – Brauereigasthof Schöre

Schörebrau Hopfenweisse , Weizen 4%  (spina, bevuta 8/2018)P_20180805_120215_2

Aroma: Chiodi di garofano ed esteri (banana) di intensità media. Leggere puzzette di zolfo. Lievi aromi maltati, frumento e miele. Aromi erbacei di intensità medio-bassa.

Aspetto: colore giallo paglierino, opalescente, schiuma bianca con bassa persistenza

Gusto: sentori di chiodi di garofano e banana di media intensità, accompagnati da puzzette tipo uova cotte. Leggera nota acidula (citrico). Sentori maltati di intensità medio-bassa, miele e frumento, che assieme all’acidulo danno una sensazione di freschezza. Amaro medio-basso, finale secco e scorrevole, con retrogusto acidulo e di grano.

Sensazioni boccali: corpo esile, carbonazione media, beverina e scorrevole.

Impressioni generali: interessante idea di abbinare il fresco acidulo della weizen con un più robusto erbaceo del luppolo, il tutto in una birra da 4 grazi, da bere a litri. Peccato che il tutto risulti poco armonico, e rovinato da sentori di zolfo che rendono la bevuta difficile.

https://www.schoere.de/

Schörebrau Hell – Brauereigasthof Schöre

Schörebrau Hell, 5,1% (spina, bevuta 8/2018)P_20180805_120215_1.jpg

Aroma: note luppolate di media intensità, con un piacevole erbaceo-floreale in primo piano, accompagnato da toni terrosi. Aromi maltati di intensità medio-bassa, tipo miele e crosta di pane. Profilo pulito senza esteri o sottoprodotti del lievito.

Aspetto: colore dorato, schiuma bianca con persistenza media, limpida.

Gusto: sentori erbacei e floreali di intensità media, uniti a note terrose più in secondo piano. Gusto maltato di intensità medio-bassa, con note di miele, pane e una suggestione di crosta di pane o pane tostato che arricchisce il profilo. Amaro di media intensità, pieno, persistente e piacevolmente terroso. Finale secco con retrogusto amaro ricco di sentori erbacei e floreali.

Sensazioni boccali: corpo medio-basso, beverina, carbonazione media.

Impressioni generali: ottima helles, con il luppolo Tettnanger in primo piano ma non invadente come in una pils, e ben equilibrato dall’amaro e dal profilo maltato complesso ma mai dolce.

https://www.schoere.de/

Augustiner Salzburg

Augustiner, Oktoberfest/Märzen 4,6%, (spina, bevuta 8/2018)dsc_0232.jpg

Olfatto: note erbacee e terrose medio-basse, da luppolo. Aromi maltati di bassa intensità, miele di castagno, sensazione di caramello. Profilo pulito, tipico da lager.

Aspetto: colore dorato carico, schiuma color bianca poco persistente.

Gusto: note erbacee di media intensità, accompagnati da sentori terrosi, sempre del luppolo. Gusto maltato di intensità medio-bassa, miele di castagno e pane, con suggestioni dolci di caramello. Amaro medio. Finale secco con retrogusto erbaceo e maltato

Sensazioni boccali: Corpo medio-basso, carbonazione medio-bassa, beverina

Impressioni generali: la birra ed il locale sono la versione salisburghese in piccolo dell’omonima Augustiner bavarese. Anche questo birrificio è stato fondato da monaci agostiniani e vanta una grande tradizione birraia. La märzen è pulita, beverina e rinfrescante, con un profilo mediamente maltato ben equilibrato dalla luppolatura erbacea e terrosa e dall’amaro medio