Dupont Moinette Blonde

IMG_20200630_101056Moinette Blonde – Saison 8% (scadenza 9/2020, bevuta 6/2020)

Olfatto: esteri di media intensità, banana matura, pera e frutta gialla, accompagnate da note speziate (chiodi di garofano) di pari intensità. Anche le note maltate sono di intensità media, miele, toffeé ed una suggestione di caramello. Leggerissime note floreali da luppolo, probabilmente degradate col tempo

Aspetto: colore dorato, lieve leggera opalescenza, schiuma compatta bianca e ben persistente

Gusto: equilibrio tra malto e lievito, presenti entrambi con intensità media: alle note fruttate di pera, banana e pesca, si aggiungono sentori fenolici di chiodi di garofano, e le note dolci del malto, miele, biscotto, toffeé e lieve caramello. Lievi note floreali (fiori d’arancio), sono l’unica traccia aromatica del luppolo, presente comunque con amaro medio. Finale secco e scorrevole, con finale dolce, maltato e fruttato

Sensazioni boccali: corpo esile, carbonazione elevata. Ben attenuata ma vellutata in bocca. Nessun calore alcolico percepito

Impressioni generali: bottiglia vecchia, che ha perso tutte le piacevoli note erbacee e floreali del luppolo, rimane comunque una piacevole saison con un bell’equilibrio tra malto e lievito

Spilleria – Spilla

Spilla – Blond Ale 4,5% (spina, bevuta 6/2020)spilla

Olfatto: aroma medio di agrumi: pompelmo, arancio, leggero resinoso. Note maltate medio-basse: crosta di pane. Profilo abbastanza pulito, con note di frutta gialla.

Aspetto: colore dorato, schiuma bianca fine e persistente.

Gusto: sentori agrumati di media intensità, accompagnati da leggere note resinose. Note maltate medio-basse: crosta di pane. Amaro medio-basso. Finale secco, con retrogusto agrumato

Sensazioni boccali: corpo medio-basso, carbonazione media. Scorrevole, fresca

Impressioni generali: Ale fresca e luppolata, scorre piacevolmente in bocca grazie al cospo esile ed alla freschezza delle note del luppolo, con prevalenza di agrumi, ma equilibrate da un pizzico di resinoso ed erbaceo

Lambrate – American Magüt

American Magüt – Hoppy Lager, 5% (spina, bevuta 6/2020)beer-466466_fbce3_hd

Olfatto: aroma luppolato medio-alto, con note agrumate di frutta tropicale, pompelmo, assieme sentori erbacei e dank, più lievi. Note maltate di bassa intensità: crosta di pane. Profilo pulito.

Aspetto: colore dorato, leggera velatura, schiuma bianca fine e ben persistente

Gusto: sentori luppolati in primo piano, mango, pompelmo, accompagnati da più lievi note erbacee, dank e da leggero resinoso. Medio-basse le note maltate: crosta di pane, miele. Amaro medio. Finale molto secco e scorrevole, con retrogusto tropicale e dank.

Sensazioni boccali: Corpo basso, carbonazione media. Scorrevole e beverina

Impressioni generali: bella rivisitazione di una German Pilsner con dosi sostenute di luppoli americani, scorrevolissima, fresca e con buon equilibrio tra note fruttate e erbacee/dank

Birre

Il Tusighin – Gravis

Gravis – Belgian dubbel 7,1% (scadenza 12/2021, bevuta 6/2020)IMG_20200619_202322

Olfatto: aromi maltati di media intensitaà miele di castagno, toffeé, caramello. Esteri medio-bassi: pera e frutta gialla. Lieve nota terrosa di luppolo

Aspetto: color marrone con riflessi ramati,  leggera opalescenza. Schiuma color avorio con bassa persistenza

Gusto: sentori maltati di intensità media: miele di castagno, toffee, biscotti e caramello. Note del lievito di medio-bassa intensità: pera, pesche, con un pizzico di chiodi di garofano. Lieve terroso da luppolo. Amaro medio-basso. Finale rotondo, con retrogusto maltato

Sensazioni boccali: corpo medio, carbonazione media. Lieve calore alcolico.

Impressioni generali: dubbel onesta, con il malto in primo piano, e note fruttate del lievito a contorno. Rotonda in bocca ma non stucchevole

Lambrate 366

366 – Dunkelweizen 5,5%, (spina, bevuta 6/2020)IMG_20200617_200832

Olfatto: note di chiodi di garofano e banana matura di intensità media, tipiche dei lieviti per weizen. Sentori maltati di intensità medio-bassa, crosta di pane, toffeè e caramello. Note etiliche lievi. Luppolatura poco evidente, con lievi note erbacee.

Aspetto: color rame carico, schiuma grossolana color avorio, con persistenza medio-bassa, velata.

Gusto: sentori di chiodi di garofano e banana matura di media intensità, tipiche dello stile ma non invadenti. Note maltate di intensità medio-bassa: crosta di pane, toffeè, caramello, accompagnate da una lieve suggestione di liquirizia. Amaro medio-basso, luppolatura non evidente in bocca. Gusto etilico presente, ma non invadente. Finale rotondo, con retrogusto di caramello, con note fenoliche.

Sensazioni boccali: Corpo medio-basso, carbonazione media, calore alcolico leggero.

Impressioni generali: ottima Dunkelweizen, anche se quest’anno il Birrificio la segna come Weizenbock. Note tipiche del lievito weizen presenti ma non invasive, sufficientemente scorrevole e con piacevoli note di caramello, che accompagnate al fruttato ed al fenolico danno una sensazione di dolcezza e freschezza. Della weizenbock è presente soprattutto un inaspettata nota etilica, che fa presumere una gradazione più alta di quella reale.

Spilleria – Iena

Iena – Black IPA 7,5% 55 IBU (spina, bevuta 6/2020)iena

Olfatto: aroma medio di agrumi, pompelmo arancio; la luppolatura dà anche note resinose di più lieve intensità. Note maltate medio-basse: caramello, liquirizia, pane tostato. Profilo pulito.

Aspetto: colore nero con riflessi rossicci, schiuma color cappuccino pannosa e persistente.

Gusto: sentori di arancio e pompelmo di media intensità, accompagnati da lievi note resinose. I gusti del malto vanno dal caramello, alla liquirizia, al pane tostato, fino ad un accenno di cioccolato. Amaro medio. Finale equilibrato, con retrogusto amaro bilanciato da richiami di arancio e caramello

Sensazioni boccali: corpo medio, carbonazione media. Scorrevole, calore alcolico non percepito.

Impressioni generali: gran Black IPA, con un buon equilibrio tra l’agrumato e resinoso del luppolo, e le note tostate, non invadenti ma molto ben bilanciate con la luppolatura. Beverina nonostante il tasso alcolico importante

Birrificio Milano – La Virata

La Virata – Witbier/Blanche, 4,5%, (scadenza 5/2021, bevuta 4/2019)IMG_20200612_194821

Olfatto: aromi speziati di intensità media, con note di limone, lime, chiodi di garofano. Note maltate medio-basse: miele e frumento, con una nota fresca. Leggero sentore terroso da luppolo

Aspetto: colore dorato, schiuma bianca, con persistenza medio-bassa, velata

Gusto: anche in bocca prevalgono note speziate: i chiodi di garofano del lievito, il limone, lime e note citriche del coriandolo; con intensità media. Note maltate di intensità medio-bassa, miele e la freschezza lievemente acidula del frumanto. Da segnalare anche una nota di grano bollito che sporca un po’ la bevuta. Amaro basso, finale secco con retrogusto fenolico ed acidulo.

Sensazioni boccali: corpo basso, carbonazione elevata. Fresca e scorrevole

Impressioni generali: buona blanche, fresca e scorrevole, con piacevoli note citriche-acidule da frumento e spezie, anche se i sentori fenolici (chiodi di garofano) sono un po’ troppo invasivi. Questi in aggiunta a un sentore di grano bollito sporcano un po’ la birra

Extraomnes Triple

Triple 8,6%, (scadenza 10/2021, bevuta 6/2020)IMG_20200612_155335

Olfatto: sentori maltati medio-bassi: miele, toffeè, con un accenno di caramello. Note fenoliche medio-basse (chiodi di garofano), accompagnate da note di pera e frutta gialla di pari intensità. Lievi note floreali-erbacee, e leggera nota etilica

Aspetto: colore dorato, leggermente velata, schiuma bianca pannosa, con buona persistenza

Gusto: Sentori di miele e toffeè su tutto: note maltate di media intensità, con suggestione di caramello e biscotto. Note del lievito di intensità medio-bassa, chiodi di garofano, pera, frutta gialla. Nota etilica più evidente in bocca che al naso. Leggero erbaceo del luppolo. Amaro medio. Finale secco con retrogusto tra il malto e il fenolico.

Sensazioni boccali: Corpo scarico, carbonazione elevata. Vellutata, con una nota alcolica evidente ma tutt’altro che fastidiosa

Impressioni generali: Tripel eccellente, con bell’equilibrio tra il malto ed il lievito, con la luppolatura a fare da sfondo e controbilanciare le note maltate. Il profilo di esteri e fenoli risalta con un piacevole bouquet di chiodi di garofano, pera, pesca, in stile tipicamente belga, segno di un sapiente utilizzo del lievito.

Paulaner Weissbier

Paulaner, Weizen 5,5%  scadenza 3/2021, bevuta 5/2020)IMG_20200601_090314

Aroma: Chiodi di garofano ed esteri (banana) di intensità medio-bassa. Aromi maltati (miele, frumento) di lieve intensità. Leggere note terrose dal luppolo

Aspetto: colore dorato, velatura tipica da weissbier, schiuma bianca con buona persistenza

Gusto: sentori di banana e chiodi di garofano di intensità medio-bassa. Note medio-basse del luppolo, tra l’erbaceo ed il terroso. Sentori di miele e freschezza del frumento di intensità medio-bassa. Amaro medio-basso, accompagnato da leggera nota acidula. Finale secco, con retrogusto fenolico e di grano.

Sensazioni boccali: corpo scarico, carbonazione alta, beverina.

Impressioni generali: fresca e scorrevole weizen, di tipo industriale con fenolico e terroso un po’ ruvidi. Il corpo basso e gli esteri la rendono abbastanza piacevole e potabile nel complesso