Chimay Verde

Chimay Verde – Belgian Golden Strong 7,0% (scadenza 5/2024, bevuta 2/2022)img_20220219_2321496365002536024304753

Olfatto: attacco decisamente speziato, con note medio-alte di eucalipto, pepe rosa, fiori d’arancio, con note più lievi di agrumi (limone, bergamotto). Si intuiscono lievi note maltate (miele, sciroppo di zucchero*) e esteri fruttati di pera e banana

Aspetto: colore dorato, velata. Schiuma fine bianca, persistente con merletti di Bruxelles

Gusto: note intense di mentolo, eucalipto, zenzero accompagnate da sentori medio-alti di fiori d’arancio, limone, pepe rosa. Nota alcolica medio-bassa, non invasiva ma ben evidente. Malto ed esteri spuntano allo scaldarsi del bicchiere: miele, zucchero*, assieme a pera, banana; medio-basso il dolce, lieve il fruttatto del lievito. Amaro medio. Finale mediamente secco, con retrogusto mentolato, di zenzero e gazosa

Sensazioni boccali: corpo medio-basso, carbonazione medio-alta, abbastanza scorrevole. Calore alcolico basso, sebbene la nota etilica sia evidente.

Impressioni generali: troppo speziata: le note limonose e di zenzero, assieme all’eucalipto-mentolato e ad un uso elevato di zuccheri canditi, porta subito all’effetto gazosa: questo è quello che intendo quando scrivo zucchero*. Ben concepita, corpo scarico per la gradazione, e carbonazione che la rende scorrevole ma non watery. E’ l’uso smodato delle spezie che la rende noiosa

Moortgart – Tripel Hop

Tripel Hop – Belgian golden strong 9,5% (scadenza 4/22, bevuta 5/2021)img_20210506_073622439914134287922973.jpg

Olfatto: aromi medi di luppolo, dank e frutta tropicale in primo piano. Di pari intensità le note speziate (chiodi di garofano), con sentori fruttati (arancia, pera, banana) medio-basse. Leggere note maltate (miele)

Vista: colore paglierino, schiuma pannosa ben persistente. Leggera velatura.

Gusto: sentori dank e di mango in primo piano, di media intensità. Note speziate (chiodi di garofano) di media intensità; note fruttate medio-basse (pera, banana). Lievi sentori floreali, e lieve nota maltata (di miele). Amaro medio. Finale secco, con retrogusto dank.

Sensazioni boccali: corpo basso, effervescente, vellutata. Nessun calore alcolico evidente

Impressioni generali: bene la scorrevolezza, e la sensazione di freschezza, senza nessuna nota alcolica nonostante la gradazione elevata. La luppolatura è un po’ spenta, con prevalenza di note dank, e con il lievito che mangia un po’ le note fruttate del Citra. La scadenza è indicata tra un anno: onestamente non credo ci possa arrivare in condizioni di potabilità.

De Dolle Boskeun

Boskeun – Belgian golden strong 10% (scadenza 2/2019, bevuta 1/2018)p_20190115_062238.jpg

Olfatto: Note medio-basse maltate: miele, miele di castagno (melanoidine). Lievi sentori fruttati, frutta gialla, pera, banana. Leggero erbaceo da luppolo.

Aspetto: colore dorato, leggera opalescenza, schiuma bianca pannosa molto persistente, con un po’di merletti di Bruxelles.

Gusto: note maltate di media intensità, miele unito a note di biscotto, e lieve caramello. Leggero fruttato, note di frutta gialla, banana e pera appena accennate. Lievi sentori erbacei. Amaro medio, finale mediamente secco, con retrogusto dolce di malto

Sensazioni boccali: corpo medio-basso, carbonazione alta, birra effervescente, calore alcolico medio.

Impressioni generali: birra un po’fuori dagli stili, quasi una belgian golden strong, ma con corpo e dolcezza più elevati, e profilo del lievito poco pronunciato, forse perchè la bottiglia era un po’ datata. La luppolatura garantisce un livello di amaro sufficiente a bilanciare la predominanza del malto

Alken-Maes – Hapkin

Hapkin – Belgian golden strong 8,5% (scadenza /201, bevuta 5/2018)p_20180519_114139.jpg

Olfatto: Esteri e fenoli elevati, con note di pera e chiodi di garofano ben evidenti, accompagnate da note di banana e frutta gialla, e speziato ben evidente. Note maltate lievi (miele, pane). Aroma medio di luppolo, erbaceo e terroso. Leggera nota di solvente, un po’fastidiosa.

Aspetto: giallo paglierino, schiuma pannosa con media persistenza, opalescente.

Gusto: sentori medio-alti di fenoli (chiodi di garofano) e esteri (pera, frutta gialla, banana). Luppolatura di intensità media, con note terrose ed erbacee. Sentori maltati molto lievi (miele, pane). Amaro medio-alto, finale secco con retrogusto terroso e fruttato, non molto ben bilanciato.

Sensazioni boccali: corpo medio-basso, carbonazione elevata, con calore alcolico leggero.

Impressioni generali: Ale belga dissetante e beverina nonostante l’alta gradazione, con un insieme di aromi e sapori non molto ben amalgamati fra loro: il terroso e l’amaro sono un po’ troppo elevati per mescolarsi armoniosamente con il fruttato e la parte maltata poco evidente

Moortgart – Duvel

Duvel – Belgian golden strong 9% (scadenza 4/2018, bevuta 3/2017)duvel

Olfatto: Esteri e fenoli elevati, con note di pera, banana e chiodi di garofano ben evidenti. Note maltate ben evidenti (miele) che danno una sensazione di dolcezza fruttata assieme agli aromi prodotti dal lievito. Aroma medio-basso di luppolo, speziato ed erbaceo. Leggerissima nota di solvente allo scaldarsi del bicchiere.

Vista: giallo paglierino, schiuma pannosa molto persistente, con merletti di Bruxelles. Limpida.

Gusto: sensazione di dolce fruttato, data dalle note alte di esteri (pera, frutta gialla, banana) e dalle note media maltate, soprattutto miele. Il gusto rispecchia le sensazioni olfattive. Aroma erbaceo di luppolo medio-basso, con amaro medio, che persiste nel retrogusto. Finale prevalentemente amaro e secco con richiami fruttati

Sensazioni boccali: corpo medio-basso, effervescente, con calore alcolico leggero. L’alta carbonazione suggerisce una sensazione cremosa al palato.

Impressioni generali: Ale belga fruttata e rinfrescante. Nonostante l’alta gradazione, il corpo leggero e la carbonazione elevata la rendono molto beverina. Solo una leggera nota di solvente (errore di conservazione?) ne disturba la bevuta