Carrobiolo Brown Ale

Brown Ale 4,9%  (spina, bevuta 1/2022)brownale-300x300

Aroma: aromi maltati medi: caramello, biscottato, fondo di caffè, toffeè, crosta di pane. Leggere note erbacee. Lievi suggestioni di frutta a bacca rossa, su un profilo mediamente pulito

Aspetto: color rame carico, abbastanza limpida, schiuma di media persistenza, color avorio

Gusto: note tostate e maltate di media intensità: ritroviamo caramello, crosta di pane, pane tostato, e una nota torrefatta di cacao amaro e caffè. Leggeri sentori erbacei, lievi note fruttate (bacche rosse). Amaro medio-basso. Finale rotondo, con retrogusto di pane tostato e caffè

Sensazioni boccali: corpo medio-basso, carbonazione media.

Impressioni generali: Ale rotonda, morbida, con piacevoli note che vanno dal caramello al tostato, inizialmente moderate, ma che si fanno più avvolgenti quando il boccale si scalda. Scorrevole grazie al corpo ben bilanciato, si lascia assaporare fino in fondo

https://www.birradelcarrobiolo.it/

La D’Oro – Ghibellina

Ghibellina – American amber ale 6%, (scadenza 7/2019, bevuta 8/2020)

Olfatto: leggera zaffata di arancio iniziale, che svanisce subito per lasciare sentori funky e brettati: cuoio, pelle di salame. Note maltate medio-basse, crosta di pane, e un accenno di caramello.

Aspetto: color rame, schiuma color avorio, fine ed abbastanza persistente, piuttosto torbida

Gusto: cuoio, pelle di salame e note tipiche brettate di media intensità. Sentori medio-bassi di crosta di pane e caramello. Amaro medio, incrementato dai sentori brettati. Per il resto, luppolo non pervenuto in bocca. Finale secco con retrogusto brettato.

Sensazioni boccali: corpo medio-basso, carbonazione alta. Abbastanza beverina

Impressioni generali: niente nell’etichetta rimanda a fermentazione spontanea o brettata, anzi viene descritta la luppolatura a freddo. Quindi é probabilmente un’infezione che ha portato a note funky, e che si é mangiata gli aromi agrumati.

Cane Nero Brown Ale

Brown Ale 6,8%, (prodotta 3/2019, bevuta 11/2019)IMG_20191104_195148

Olfatto: aromi luppolati di media intensità, arancia ed erbaceo (quest’ultimo prevale quando la birra si scalda). Note maltate medio-basse, crosta di pane, caramello. Esteri fruttati (banana, pera) evidenti

Aspetto: color rame, torbidità fangosa, con schiuma color avorio ben persistente

Gusto: attacco dolce in bocca, arancia ed esteri di media intensità (pera e banana), con la luppolatura che prevale dal lato erbaceo quando la birra si scalda. Maltato medio-basso: crosta di pane, caramello, toffeè. Calore alcolico evidente, con note di solvente. Amaro medio-basso. Finale mediamente secco con retrogusto di caramello ed erbaceo

Sensazioni boccali: corpo medio-basso, carbonazione eccessiva, secca e con evidente calore alcolico. Pizzicore carbonico presente

Impressioni generali: birra poco controllata, con grossa torbidità e carbonazione eccessiva. Il primo impatto è piuttosto negativo, sgraziata e non bilanciata. Poi col crescere della temperatura del bicchiere si fa più bevibile, ma con note erbacee ed esteri che la rendono in bocca più simile ad una saison che ad una brown ale

Bad Brewer – Amber Ale

Amber Ale, English brown ale 4,9%,  31 IBU, (scadenza 7/2019, bevuta 5/2019)P_20190508_070946_1

Olfatto: aromi maltati di intensità medio-bassa, miele di castagno, caramello, toffee, con un accenno di pane tostato. Note medio-basse terrose, con il luppolo che bilancia il malto. Lievi sentori fruttati, buccia di mela

Aspetto: color rame con riflessi arancioni, schiuma color avorio, fine con buona persistenza, limpida

Gusto: anche in bocca troviamo un buon equilibrio tra malto e luppolo, con sentori medi di miele di castagno, caramello e toffee, sorrette da note terrose (e più lievi floreali) del luppolo, di pari intensità. Amaro medio, anch’esso utile a bilanciare la dolcezza del malto. Finale equilibrato, con retrogusto maltato e terroso

Sensazioni boccali: corpo medio-basso, carbonazione media. Scorrevole e ben attenuata

Impressioni generali:buona ale ambrata, molto ben bilanciata con luppolo e malto a sostenersi vicendevolmente senza che l’uno sovrasti l’altro. Dry hopping dichiarato sull’etichetta, ma non evidente nella birra.

La Barbaude – L’ocre

L’ocre – brown ale, 4,9% (scadenza 7/2020, bevuta 4/2019)p_20190424_220832.jpg

Olfatto:  aroma terroso del luppolo di media intensità. Note maltate medio-basse, crosta di pane, pane tostato. Lievi asini fruttati, frutta gialla.

Aspetto: Colore marrone, velata, schiuma avorio poco persistente.

Gusto: sentore terroso del luppolo in primo piano, di media intensità. Più leggere le note del malto, crosta di pane, pane tostato e una suggestione di caramello. Amaro medio. Leggera nota acidula. Finale maltato, con retrogusto terroso.

Sensazioni boccali: Corpo medio-basso, carbonazione medio-bassa, evidente astringenza da malto tostato usato male

Impressioni generali: ale maltata discreta, l’astringenza causata dai malti tostati é un errore da dilettanti

Samuel Smith’s Nut Brown Ale

Nut Brown Ale –  Brown Ale 5,0%, (bottiglia, bevuta 11/2016)nutbrown.jpg

Olfatto: aromi maltati di intensità medio-alta, che richiamano toffee e caramello su tutto, con crosta di pane e pane tostato. Leggere suggestioni di frutta secca e esteri fruttati (mela). Aroma di luppolo quasi inesistente, solo un leggero terroso.

Aspetto: colore rame carico, limpida, con schiuma color avorio di media persistenza

Gusto:pienezza di sapori maltati, su tutto crosta di pane, sentori tostato, con un accenno di caramello, frutta secca e un tocco quasi impercettibile di pane bruciato. Leggeri sentori terrosi da luppolo, con un amaro di media intensità. Leggere note di sherry. Finale maltato con retrogusto tostato.

Sensazioni boccali: corpo medio, carbonazione leggera, cremosa e con un lieve calore alcolico

Impressioni generali: Ale dai toni maltati con note tostate e biscottose, smorzate da leggere note fruttate, con richiami a frutta secca, nocciole e mandorle e una leggera suggestione sherry