Menaresta – San Dalmazzo

San Dalmazzo – Belgian Blonde 5,2% (spina, bevuta 7/2022)SanD

Olfatto: note fenoliche medie (felce, chiodi di garofano), accompagnate da lievi note di pera. Aromi floreali medi. Leggeri sentori di crosta di pane

Aspetto: colore dorato, schiuma bianca, pannosa e persistente, lieve opalescenza

Gusto: fenolico in risalto anche in bocca, con note medie di felce, chiodi di garofano, accompagnate da sentorei speziati e dal floreale del luppolo (di media intensità). Note maltate medio-basse: crosta di pane, cracker. Amaro medio. Finale secco, con retrogusto prevalentemente fenolico

Sensazioni boccali: corpo leggero, carbonazione medio-alta. Fresca e scorrevole

Impressioni generali: ottima belgian blonde, con interessante luppolatura floreale che si aggiunge al fenolico e speziato del lievito. L’amaro evidente ma non invasivo facilita la bevuta. Scorrevole, fresca, leggera

Baladin – Leon

Leon – Belgian Dark Strong 8,5% (spina, bevuta 4/2022)menu-ico_LEON-

Olfatto: attacco torrefatto: cacao, caffè. Lasciando scaldare il bicchiere, le note torrefatte si attenuano su valori medi, accompagnati da caramello, toffeè. Esteri medio-bassi: frutta gialla, ma anche albicocche essicate, frutta secca a guscio, bacche rosse. Lieve fenolico: chiodi di garofano. Leggero etilico. Lieve impronta del luppolo, terrosa

Aspetto: color marrone scuro, limpida. Schiuma fine color cappuccino, con media persistenza

Gusto: anche in bocca, si apprezza dopo alcuni minuti: note maltate medie, con sentori che vanno dal caramello, al caffè al cioccolato, fino a note di frutta secca (nocciole), accompagnati da sentori più fruttati (albicocche essicate, bacche rosse) di intensità medio-bassa. Leggero fenolico (chiodi di garofano). Lieve nota terrosa da luppolo. Amaro basso. Finale abboccato, ma il dolce non rovina la scorrevolezza. Retrogusto tra il caramellato ed il fenolico

Sensazioni boccali: corpo medio, carbonazione medio-alta, mediamente scorrevole. Calore alcolico non percepito

Impressioni generali: ottima Dark Strong Ale, vellutata e scorrevole sebbene prevalgano le note dolci maltate, accompagnate da note fruttate. Amaro quanto basta per equilibrare la bevuta, in questo aiutato da un leggero e piacevole fenolico, che contrasta la dolcezza dei malti

De Ranke – Wijnberg

De Ranke – Oud Bruin 5,8% (imbottigliata 2020, bevuta 3/2021)wijndberg

Olfatto: aroma lattico in primo piano, con intensità medio-alta, accompagnata da note acetiche lievi; al profilo fermentativo si aggiungono tutta una costellazione di sentori di cuoio, scorza di salame, legno e vecchia cantina, di intensità medio bassa. Presenti anche note fruttate, come albicocche essicate e ciliegie sotto spirito, assieme a note di sherry lievi. Il lato maltato comprende il caramello, assiema a un lieve biscottato

Aspetto: Color rame, con sfumature rosato-arancio.

Gusto: lattico prevalente in bocca, ma con una piacevole punta di acetico, ovviamente accompagnati da una serie di sentori spontanei che vanno dal cuoio, alla pelle di salame, legno e vinoso. Ossidazione lieve, con note di sherry, e fruttato medio-basso: albicocche essicate, ciliegie sotto spirito, marmellata di ciliegie. Amaro basso. Finale secco, con retrogusto complesso, lattico e brettato

Sensazioni boccali: Corpo leggero, carbonazione media. Scorrevolissima in bocca.

Impressioni generali: Oud Bruin ottenuta con blend di birra giovane assieme a ale invecchiata due anni in rovere, a cui si aggiunge una piccola parte di Cuveè de Jacobins. Il risultato è un sontuoso bicchiere reso scorrevole dall’acidità lattica con punte di acetico, che presenta un turbinio di note brettate, di cuoio, vinose, ammorbidite da sentori di frutta essicata e conserve

Chimay Verde

Chimay Verde – Belgian Golden Strong 7,0% (scadenza 5/2024, bevuta 2/2022)img_20220219_2321496365002536024304753

Olfatto: attacco decisamente speziato, con note medio-alte di eucalipto, pepe rosa, fiori d’arancio, con note più lievi di agrumi (limone, bergamotto). Si intuiscono lievi note maltate (miele, sciroppo di zucchero*) e esteri fruttati di pera e banana

Aspetto: colore dorato, velata. Schiuma fine bianca, persistente con merletti di Bruxelles

Gusto: note intense di mentolo, eucalipto, zenzero accompagnate da sentori medio-alti di fiori d’arancio, limone, pepe rosa. Nota alcolica medio-bassa, non invasiva ma ben evidente. Malto ed esteri spuntano allo scaldarsi del bicchiere: miele, zucchero*, assieme a pera, banana; medio-basso il dolce, lieve il fruttatto del lievito. Amaro medio. Finale mediamente secco, con retrogusto mentolato, di zenzero e gazosa

Sensazioni boccali: corpo medio-basso, carbonazione medio-alta, abbastanza scorrevole. Calore alcolico basso, sebbene la nota etilica sia evidente.

Impressioni generali: troppo speziata: le note limonose e di zenzero, assieme all’eucalipto-mentolato e ad un uso elevato di zuccheri canditi, porta subito all’effetto gazosa: questo è quello che intendo quando scrivo zucchero*. Ben concepita, corpo scarico per la gradazione, e carbonazione che la rende scorrevole ma non watery. E’ l’uso smodato delle spezie che la rende noiosa

Carrobiolo Saison

Saison, 5,7% (spina, bevuta 1/2022)saison-300x300

Aroma: note fenoliche e fruttate di intensità medio-bassa: chiodi di garofano, arancia, frutta gialla, pera. Lievi note erbacee; lievi sentori di malto (miele, crosta di pane)

Aspetto: colore dorato, leggermente velata, schiuma bianca mediamente persistente

Gusto: lievito in primo piano, con sentori fenolici di media intensità (chiodi di garofano) e esteri di pari livello: arancia, pesca, pera. Sentori erbacei medio-bassi. Note maltate medio-basse (crosta di pane, miele). Amaro medio. Finale secco, con retrogusto fenolico

Sensazioni boccali: corpo medio-basso, carbonazione media, molto scorrevole.

Impressioni generali: ottima Saison, con note elegantissime che si rincorrono tra il fenolico ed il fruttato, mai eccessive ma ben presenti; dorata, con una bella schiuma. La luppolatura erbacea e con un amaro medio rende la bevuta secca e scorrevole

https://www.birradelcarrobiolo.it/

Birra Meneghino – La DÜ

La DÜ  – Dubbel, 7,1%, (spina, bevuta 1/2022)dubbel

Olfatto: aromi maltati medio-bassi: melasse, caramello, biscotti. Di pari livello le note del lievito, speziate e fruttate: chiodi di garofano e pera. Leggeri sentori erbacei

Aspetto: color rame carico, limpida, schiuma beige con persistenza medio-bassa

Gusto: sentori maltati in primo piano, con note medio-basse di melassa, caramello, pane tostato. Note medio-basse speziate e fruttate: chiodi di garofano, pera, bacche rosse. Lieve erbaceo del luppolo. Amaro medio. Finale mediamente secco, con retrogusto fenolico

Sensazioni boccali: Corpo medio-basso, carbonazione media. Scorrevole, priva di calore alcolico.

Impressioni generali: interessante interpretazione di dubbel: più scarica di corpo, ma con note maltate evidenti, il lievito viene sfruttato per produrre note fenoliche e fruttate tali da rendere beverina la birra, nulla durante la bevuta lascia intendere la gradazione alcolica

https://www.birrameneghino.it/

Orval (3 mesi)

Orval – Belgian Ale 6,2%, (imbottigliata 10/2021, bevuta 1/2022)img_20220114_184201914589699280183471

Olfatto: aromi fenolici medi, chiodi di garofano, accompagnati da note erbacee (felce) di pari intensità. Fruttato medio-basso: pera, frutta gialla. Lievi sentori maltati, crosta di pane, miele. note brettate leggere, sullo sfondo, che si intensificano allo scaldarsi del bicchiere, senza diventare predominanti

Aspetto: colore dorato carico con riflessi arancio, schiuma bianca pannosa e persistente, lieve opalescenza

Gusto: anche in bocca più rilevante il fenolico e l’erbaceo, con note di chiodi di garofano e felce, di media intensità. note maltate medio-basse (crosta di pane) e note di pesca e frutta gialla di pari intensità. Lievi note brettate: cuoio, legno. Amaro medio. Finale secco con retrogusto pungente, brettato e fenolico

Sensazioni boccali: Corpo leggero, carbonazione media, scorrevole in bocca.

Impressioni generali: Orval giovane, al solito scorrevole e secca, con note notevolmente più morbide, in cui traspaiono anche sentori fruttati, e con il cuoio, il brettato sullo sfondo, che non diventa intenso come in esemplari più vecchi. Anche la carbonazione è più moderata visti i pochi mesi di bottiglia.

Gouden Carolus

Gouden Carolus – Belgian Dubbel 8,5% (scadenza 12/2023, bevuta 1/2022)

Olfatto: note maltate medio-alte: miele, crosta di pane, toffeè, caramello, melassa. Fruttato di media intensità: frutta gialla, pera, con lievi sfumature di banana e frutta rossa; leggera nota fenolica

Aspetto: colore marrone scuro, con riflessi rossicci. Schiuma fine color avorio con persistenza medio-bassa

Gusto: prevalenza di note dolci anche in bocca, con sentori maltati medio-alti (toffeè, caramello, melassa, miele), accompagnati da note medie fruttate (pera, albicocca, con sfumature più lievi di banana, frutta rossa. Lieve fenolico a impreziosire la bevuta; luppolo non percepibile. . Amaro medio-basso. Finale equilibrato, con retrogusto dolce e caramelloso.

Sensazioni boccali: corpo medio-basso, carbonazione medio-alta, tutto sommato scorrevole. Calore alcolico non presente.

Impressioni generali: ale dolce ma abbastanza scorrevole, le note di caramello, melassa, accompagnate al fruttato el lievito (pera, frutta gialla) si abbinano ad un corpo sufficientemente scarico ed a un lieve fenolico che rendono la birra scorrevole e tutt’altro che stucchevole, nonostante la dolcezza preponderante

St. Bernardus Abt. 12

Abt. 12 – Belgian Dark Strong Ale,  10%, (scadenza 9/2024, bevuta 12/2021)img_20211215_1536346289171469540619132

Olfatto: note medie fenoliche e speziate: chiodi di garofano, felce; accompagnate da note di pera e banana di intensità medio-bassa. Nota alcolica evidente. Sentori medio-bassi maltati: crosta di pane, miele di castagno, toffeè, caramello

Aspetto: colore marrone, leggera velatura, schiuma color avorio con persistenza media

Gusto: fenolico medio in primo piano, che aumenta mentre il bicchiere si scalda. Esteri fruttati di intensità medio-bassa: pera, banana, frutta gialla. Note maltate medio-basse: trffeè, caramello, crosta di pane, biscottato. Nota alcolica lieve, non invadente. Amaro medio-basso, finale bilanciato con retrogusto maltato

Sensazioni boccali: Corpo medio, carbonazione media, mediamente scorrevole. Calore alcolico medio-basso

Impressioni generali: meno in forma di altre bottiglie, con toni un po’ spenti soprattutto dal lato del malto. Buon profilo fenolico e fruttato. Bilanciata, comunque da assaporare lentamente

St. Bernardus – Pater 6

Pater 6- Belgian dubbel 6,7% (scadenza 7/2022, bevuta 5/2021)img_20210519_0825547315819295493847252.jpg

Olfatto: fenolico medio-basso, accompagnato da note pepate. Note lievi di frutta gialla quando si scalda il bicchiere. Aromi maltati lievi, miele di castagno, caramello. Lieve anche l’erbaceo del luppolo

Aspetto: color marrone scuro, abbastanza limpida. Schiuma color avorio molto persistente

Gusto: fenolico medio-basso (chiodi di garofano) e lievi sentori speziati, accompagnati da note leggere di frutta gialla e pera quando si scalda il bicchiere. sentori maltati di bassa intensità: miele di castagno, crosta di pane, una suggestione di caramello. Leggero erbaceo da luppolo. Amaro medio-basso, a compensare la dolcezza maltata. Finale rotondo, con retrogusto fenolico e maltato

Sensazioni boccali: corpo medio-basso, carbonazione medio-alta.

Impressioni generali: buona dubbel, non esplosiva ma scorrevole e con sentori non troppo invadenti, sia quelli del lievito che quelli donati dal malto