Boon Oude Gueuze 2018

Boon Oude Gueuze 2018, gueuze 7%, (scadenza 2041, bevuta 8/2022)img_20220821_1333014021877729121610818

Olfatto: note lattiche di media intensità, accompagnate da note brettate medio-basse di legno, cuoio, cantina. Esteri fruttati di intensità medio-bassa: pesca sciroppata, albicocche essicate. Sentori maltati lievi, miele.

Vista: colore dorato carico, schiuma bianca fine, con persistenza media. Velatura media

Gusto: in bocca più morbida al palato, con sentori lattici medio-bassi, accompagnati da esteri fruttati e da note brettate di pari intensità: cuoio, legno, cantina, assieme a albicocca, pesca sciroppata. Sentori maltati di intensità medio-bassa, miele. Lievi sentori floreali di luppolo. Amaro basso, acidità media. Finale secco, con retrogusto brettato

Sensazioni boccali: corpo scarico, carbonazione medio-alta. Scorrevole e beverina

Impressioni generali: classica Gueuze, mix di lambic di 1, 2, 3 anni,  piacevolmente acida, con note lattiche, di legno e fruttate. Equilibrata al palato, il brettato si sente soprattutto nel retrogusto. Capolavoro

Pubblicità

De Ranke – Vieille provision

Vieille provision, lambic 7,5%, (prodotta 2019img_20220513_1630465717244618681594241, bevuta 5/2022)

Olfatto: note brettate di media intensità: cuoio, cantina, pelle di salame. Note lattiche medio-basse. Medio-bassi anche i sentori maltati: crosta di pane, caramello. Esteri fruttati di intensità medio-bassa: amarene, albicocche essicate

Vista: color rame chiaro con riflessi arancio, schiuma bianca a bolle grosse con bassa persistenza

Gusto: acidità medio-alta, con note lattiche più intense rispetto che al naso. Toni brettati medi, a tratti pungenti, che ricordano cuoio, legno, scorza del salame. Queste note pungenti sono bilanciate da fruttato medio-basso, con albicocche essicate, amarene, e da note maltate di melassa e caramello. Luppolatura e amaro non percepiti. Finale secco, con retrogusto acido e brettato

Sensazioni boccali: corpo basso, carbonazione bassa. Scorrevole e beverina, nessun calore alcolico percepito

Impressioni generali: Blend di lambic invecchiati, lasciato riposare in botte per un anno: sontuoso, con piacevoli note brettate, bilanciate da esteri fruttati e una nota dolce del malto. Il tutto su uno sfondo di acidità lattica che invoglia al sorso e al bicchiere successivo. 

De Ranke – Wijnberg

De Ranke – Oud Bruin 5,8% (imbottigliata 2020, bevuta 3/2021)wijndberg

Olfatto: aroma lattico in primo piano, con intensità medio-alta, accompagnata da note acetiche lievi; al profilo fermentativo si aggiungono tutta una costellazione di sentori di cuoio, scorza di salame, legno e vecchia cantina, di intensità medio bassa. Presenti anche note fruttate, come albicocche essicate e ciliegie sotto spirito, assieme a note di sherry lievi. Il lato maltato comprende il caramello, assiema a un lieve biscottato

Aspetto: Color rame, con sfumature rosato-arancio.

Gusto: lattico prevalente in bocca, ma con una piacevole punta di acetico, ovviamente accompagnati da una serie di sentori spontanei che vanno dal cuoio, alla pelle di salame, legno e vinoso. Ossidazione lieve, con note di sherry, e fruttato medio-basso: albicocche essicate, ciliegie sotto spirito, marmellata di ciliegie. Amaro basso. Finale secco, con retrogusto complesso, lattico e brettato

Sensazioni boccali: Corpo leggero, carbonazione media. Scorrevolissima in bocca.

Impressioni generali: Oud Bruin ottenuta con blend di birra giovane assieme a ale invecchiata due anni in rovere, a cui si aggiunge una piccola parte di Cuveè de Jacobins. Il risultato è un sontuoso bicchiere reso scorrevole dall’acidità lattica con punte di acetico, che presenta un turbinio di note brettate, di cuoio, vinose, ammorbidite da sentori di frutta essicata e conserve

Boon – Oude Kriek 2017

Oude Kriek, kriek 7%, (prodotta 2017, bevuta 2/2022)img_20220115_1417473379745400685666134

Olfatto: aromi medio-alti di amarene sotto spirito, ciliegie essicate; più lievi i sentori brettati: cuoio, legno, cantina, sughero, inizialmente di intensità medio-bassa, che incrementa allo scaldarsi del bicchiere. Allo stesso modo il lattico è quasi impercettibile all’inizio, reggiunge poi livelli medio-bassi al naso

Vista: color rosso rubino, schiuma rosa, fine, mediamente persistente. Velata

Gusto: prevalenza di note della frutta, con aroma di amarena sotto spirito medio-alto, accompagnato da cigliegia disidratata, fragoine, frutta a bacca rossa. Sentori brettati di cuoio, cantina, legno di intensità medio-bassa, che raggiunge un livello medio quando la birra si scalda. Amaro non rilevato, al pari delle note del luppolo, non evidenti. Finale secco, con retrogusto che ripresenta il fruttato delle cigliegie e gli aromi brettati

Sensazioni boccali: corpo leggero, carbonazione media. Scorrevole e vellutata

Impressioni generali: Kriek sontuosa, con un prevalente gusto fruttato, ben attorniato da note lattiche, brettate e derivanti dall’invecchiamento. Poco amara, ma l’acidità favorisce la bevuta al pari del corpo, esile ma vellutato in bocca

The Lure – der Himmel über Berlin

der Himmel über Berlin – Berliner weisse, 3,5%, (spina, bevuta 9/2021)

Olfatto: Aromi fruttati di intensità medio-bassa: lampone. Nota lattica medio-bassa. Lievissime note maltate, miele

Aspetto: Colore arancione rosato, schiuma rosa pallido, lieve velatura

Gusto: sentori lattici medio-bassi, che ricordano lo yogurt. Note fruttate medio-basse, donate dal lampone. Leggero sentori maltati: miele, crosta di pane. Amaro lieve. Lievissime note erbacee. Finale secco, con retrogusto acidulo, lattico e di lampone.

Sensazioni boccali: Corpo scarico, beverina, carbonazione media.

Impressioni generali: sour ale piacevolmente scorrevole, che gioca tutto sulle note basse: lieve acidità lattica, leggere note fruttate, che si rincorrono bilanciandosi con leggerezza. Da bere a secchiate.

La Granda – Lips

Lips, Gose 4,3%, (scadenza 2/2022, bevuta 7/2021)img_20210705_1717378803900768210843287.jpg

Aroma: note agrumate medio-basso, soprattutto limone. Leggera nota lattica, accompagnata da un altrettanto leggero salmastro. Lievi note di crosta di pane e frumento bollito, profilo abbastanza pulito

Aspetto: Colore giallo paglierino, schiuma bianca pannosa con media persistenza. Lievemente velata.

Gusto: anche in bocca note di limone medio-basse, accompagnate da un medio basso acidulo, e da un lieve sentore salino. Si distinguono note maltate, crosta di pane assieme alla freschezza del frumento che si unisce all’acidità lattica. Amaro lieve, senza alcuna nota aromatica del luppolo distinguibile. Finale secco, con retrogusto acidulo

Sensazioni boccali: corpo medio basso, carbonazione medio-bassa.

Impressioni generali: discreta Gose, apprezzabile lo sforzo di giocare tutto su note bassissime, per ottenere una birra leggera e beverina. In questo caso la leggerezza forse finisce in una bevanda un po’ poco caratterizzata

http://www.birrificiodellagranda.it/it/

Barba D’Oro – Sori Beach

Sori Beach – Gose 4,1%, (scadenza 12/2021, bevuta 5/2021)

img_20210529_1302276543986994667055959.jpg

Olfatto: note salmastre medio-basse, accompagnate da lieve sentore lattico e leggere note speziate: buccia di limone.

Aspetto: colore paglierino, velata, schiuma bianca con bassapersistenza

Gusto: attacco salino anche in bocca, con note di media intensità. Di pari intensità anche la speziatura, con sentori di limone, buccia di limone, pepe rosa. Leggere note lattiche, lieve floreale. Amaro non evidente, ma la nota lattica medio-bassa agevola la scorrevolezza. Finale molto secco, con retrogusto acidulo-salino

Sensazioni boccali: corpo basso, carbonazione medio-bassa.

Impressioni generali: ottima gose, un po’ monocorde l’utilizzo di acido lattico, ma il salino e la speziatura con coriandolo la rendono complessa negli aromi. Il corpo scarico (unito a salino e acido) la rende davvero scorrevole

https://www.facebook.com/birrificiobarbadoro/

La Ribalta – faccio Gose…

Faccio Gose vedo gente – Gose 4,5%, (spina, bevuta 5/2021)

Olfatto: note speziate di media intensità: risaltano la buccia di limone (data dal coriandolo) ed il pepe rosa. Note lattiche medio-basse. Malto lieve, con un sentore di crosta di pane

Aspetto: colore paglierino, schiuma bianca fine con scarsa persistenza, velata

Gusto: acidità lattica media, con note di pari intensità donate dalle spezie: limone, pepe rosa, fiori d’arancio. Nota salina medio-bassa. Leggere note di crosta di pane e leggeri sentori floreali-erbacei. Amaro non evidente. Finale secco, retrogusto acidulo

Sensazioni boccali: corpo Leggero, carbonazione media, molto scorrevole e fresca

Impressioni generali: buona gose, scorrevole grazie ad una acidità e salinità non invadenti ma finalizzate a rendere la bevuta agile. Abbastanza bene le note delle spezie, un po’sovraccariche alla lunga, stancano verso la fine del bicchiere.

Boon – Oude Kriek

Oude Kriek, kriek 7%, (prodotta 2016, bevuta 4/2021)img_20210430_1324022980748915644805977.jpg

Olfatto: aromi di amarene essicate medio-alti, accompagnati da note lattiche di intensità media, e da sentori di bacche rosse anch’essi di media intensità. Più lievi i sentori della fermentazione: cuoio, legno, cantina, stalla dei cavalli di intensità medio-bassa. Leggere note erbaceo-legnose

Vista: color rosso rubino, schiuma rosa, fine, mediamente persistente. Abbastanza limpida

Gusto: acidità lattica medio-alta, accompagnata da note fruttate di pari intensità: amarene essicate, cigliegie sotto spirito, frutta a bacca rossa. Sentori di cuoio, cantina, vecchie botti e cavallo di intensità medio-bassa. Poco evidenti le note di malto (crosta di pane) e la luppolatura, con lievi suggestioni erbacee. Amaro leggero. Finale secco, nel retrogusto ricompaiono l’amarena e l’acidità lattica

Sensazioni boccali: corpo leggero, carbonazione medio-alta. Scorrevole e fresca

Impressioni generali: ottimo esemplare di Kriek, con piacevoli note dolci di frutta che si sposano con una spiccata acidità donando una dissetante sensazione di freschezza. In secondo piano i sentosi della fermentazione spontanea, che arricchiscono l’aroma senza essere eccessivi. Si nota il 40% di ciliegie usato nella produzione, e anche con alcuni annisulle spalle  la bottiglia è comunque ottimamente conservata

Eastside – Unconditional Love

Unconditional Love – Sour ale, 6,7%  (Scadenza 12/2025, bevuta 3/2021)img_20210325_0845438737603142740052816.jpg

Aroma: aromi lattici di media intensità, che ricordano lo yogurt. Note fruttate (mango) di intensità medio-bassa. Leggere note funky e di olive in salamoia, assieme a un sentore leggero di plastica scaldata

Aspetto: colore paglierino, velata, schiuma bianca fine e poco persistente

Gusto: prevalenza di note lattiche, di media intensità, accompagnate da sentori fruttati (mango, ma che vira verso la plastica calda nel finale). Evidenti note funky e di olive in salamoia, presenti anche in bocca. Nessun calore alcolico percepito. Amaro non evidente, ma la bevibilità è assicurata dall’acidità. Finale acidulo, lattico, con retrogusto di plastica scaldata e olive in salamoia

Sensazioni boccali: corpo scarico, acidità media, scorrevole

Impressioni generali: birra sgraziata, con note fruttate che però virano verso off-flavor tipo medicinale/plastica. OK l’acidità, che con le note lattiche consente di arrivare alla fine del bicchiere, ma non molto più di questo